17 Gennaio: i "porcellini" di S. Antonio

In occasione della festività di S. Antonio, nelle pasticcerie di Palermo vengono esposte, tra le tante ghiottonerie, le teste di maiale di grandi e piccoli dimensioni, realizzate con pasta di mandorle.

La tradizione palermitana vuole che questo dolce, che simboleggia il maiale, veniva venduto giorni prima per la festa di Sant'Antonio Abate, protettore degli animali.
Durante questa festa gli animali venivano addobbati a festa e condotti alla Chiesa dedicata a questo Santo sita nel quartiere della Loggia, (per intenderci nell'attuale quartiere tra il porto e la Via Roma) per essere benedetti.

Il popolino, per il quale il maiale era un animale di fondamentale importanza, lo ha messo sotto la particolare protezione del Santo insieme ai Salumieri e a tutti coloro che nel loro lavoro hanno a che fare con il maiale, dall'allevatore al ragazzo della bottega !
Consuetudine tutt'oggi ancora esistente, così come la produzione delle teste di porco, che si estende fino al Carnevale

Ordina adesso

Torna ai prodotti